Etilometro: Conoscere i Tipi di sensori. - Etilometro ALCO-SERVICE®

Alco-Service
Vai ai contenuti
Informazioni Etilometri e Alcol

La tipologia dei Sensori per la Rivelazione di alcol nell'espiaro

Il mercato attuale offre vari metodi per la rivelazione di alcol su espirato basati su diversi principi fisici e chimici.
Di seguito vengono descritti i più diffusi tipi di sensori utilizzati per la rivelazione. Un'opportuna elettronica di controllo permette la realizzazione di rivelatori di alcol (etanolo) nel fiato.
Occorre notare che generalmente non è possibile determinare la concentrazione di singoli gas componenti una miscela con i tipi di sensori qui descritti. In generale questi sensori rispondono con maggiore o minore sensibilità a più d'uno dei componenti della miscela e vengono influenzati dalla composizione e dalle condizioni fisico-chimiche della miscela stessa.


E' importante definire la percentuale della precisione (scostamento dal valore reale) in rapporto al punto di calibrazione in quanto l'errore percentuale degli etilometri non è lineare: la percentuale di errore aumenta con l'aumentare del punto di misura.

Aumentando il punto di misura oltre il punto di calibrazione, l'errore percentuale aumenta: un etilometro con precisione ±10% a 0.50 g/l avrà un errore stimato di ±20% a 1.00 g/l.

Per questo motivo la percentuale della precisione non viene mai riferita a fondo scala ma al punto di calibrazione.


CLASSE N.D. - Sensori a combustione catalitica (hot-wire)

Etilometri gadget (portachiavi, ecc..)

- Precisione: Non dichiarata, spesso ben oltre al ± 30% a 0.50 g/l

- Vita media 200/300 test

CLASSE I - Sensori a semiconduttore

Sensori per etilometri personali economici
- Precisione: ± 15% a 0.50 g/l

- Durata media della calibrazione: 300/500 test

CLASSE II - Sensori a semiconduttore specifico

Sensori per etilometri personali

- Precisione:  ± 10% a 0.50 g/l
- Durata media della calibrazione: 300/500 test


CLASSE III - Sensori elettrochimici piccoli (Small Fuell Cell - SFC)

Sensori per etilometri personali

- Precisione:  ± 5% a 0.50 g/l

- Durata media della calibrazione: circa 600 test

CLASSE IV - Sensori elettrochimici al Platino (Platinum fuell cell - PFC)

Sensori per etilometri semi-professionali

- Precisione: ± 5% a 0.50 g/l

- Durata media della calibrazione: 1000 test


CLASSE V - Sensori elettrochimici grandi al Platino (Big Platinum fuell cell - BPFC)
Sensori per etilometri professionali
- Precisione: ± 5% a 1.00 g/l
- Durata media della calibrazione: 1000 test


CLASSE VI - Sensori elettrochimici al Platino Professionali (Professional Platinum fuell cell - PPFC)

Gli etilometri dotati di questa tipologia di sensori sono il top della gamma e sono montati su etilometri destinati ad uso medico o professionale.
- Precisione: ± 2% a 1.00 g/l
- Durata media della calibrazione: 1000 test


CLASSE VII - Sensori a raggi infrarossi

Gli etilometri dotati di questo sensore risultano i più precisi ed affidabili al momento in commercio. A fronte di un costo molto elevato, si ha a disposizione uno strumento praticamente infallibile. Gli etilometri con valore medico/legale ed omologati dal Ministero dei Trasporti, sono dotati di questa tecnologia.


Alco-Service®  - Via G. Borgazzi 105 - 20900 Monza (MB) - P.iva 05921470968 - CCIAA MB1857408
Tel. (+39) 039 9418090 - Mobile: (+39) 338 7246814 - Fax: (+39) 039 9634107 - info@alco-service.it
Questo sito è protetto da copyright. Tutti i diritti sono riservati © 2005-2018 Alco-Service
Torna ai contenuti